I PROGETTI nelle NOSTRE CASE

I PROGETTI nelle NOSTRE CASE

In sintesi le strutture di proprietà o in comodato al C.S.P. sono state adibite a condividere la vita di persone adulte o giovani o minori in condizione di disagio socio-economico e relazionale.
Le strutture adibite a queste esperienze hanno avuto gestori diversi, ma filosofie comuni di tipo organizzativo e relazionale.

Comunità per minori immigrati non accompagnati – Gestione: coop il Simbolo (2000 -2016)
Località: “Casa del Vento” Ospedaletto –Pisa
Tipologia: Minori immigrati non accompagnati (14- 18 anni)

Comunità residenziale per persone tossico-dipendenti – Gestione: coop il Cammino (2000-2015)

Località: “Casa del Doccio” Bientina – Pisa
Tipologia: Persone tossicodipendenti

Comunità per minori italiani – Gestione: coop il Simbolo
località: Casa ex Op.Card.Maffi – Via Garibaldi,33 – Pisa
Appartamento II° piano (lato ds)
Tipologia: Minori italiani (10-18 anni) in situazioni di forte disagio e abbandono

Casa famiglia “Demetra” per madri con i loro bambini Gestione: coop il Simbolo
località: Casa ex Op.Card.Maffi – Via Garibaldi,33 – Pisa
Appartamento I° piano (lato ds)
Tipologia: Madri con figli di età 0-6 anni, in situazioni di disagio o di marginalità

Housing sociale – Gestione; ass.ne CSP (fino al maggio 2016)
località: Casa ex Op.Card.Maffi – Via Garibaldi,33 – Pisa
Appartamento I° piano (lato sn)
Tipologia: Ospitalità per donne con svantaggi socio-economici

Housing sociale – Gestione: ass.ne CSP (fino al maggio 2016)
località: Casa ex Op.Card.Maffi – Via Garibaldi,33 – Pisa
Appartamento II° piano (lato sn)
Tipologia: Ospitalità per uomini con svantaggi socio-economici

 Housing sociale “Nausicaa”– Gestione: ass.ne CSP (fino al maggio 2016)
località: Casa ex Op.Card.Maffi – Via Garibaldi,33 – Pisa
Appartamento I° piano (cortile)
tipologia: Ospitalità anche  per famiglie con svantaggi socio-economici

Tre strutture sono state gestite dalla cooperativa sociale “il Simbolo” e dalla Cooperativa sociale “il Cammino”. Queste attività di accoglienza dopo un’esperienza decennale (le prime esperienze risalgono agli anni 80) si sono strutturate e specializzate per rispondere alle crescenti e differenti richieste di accoglienza del territorio. In questo scenario il Centro di Solidarietà si dedica a fare housing sociale e infatti tre strutture sono proprio dedicate a questo scopo.

Nelle strutture sono state attive delle convenzioni con l’Asl 5, e sono stati accolti utenti inviati dai Servizi sociali territoriali e in alcuni casi extra territoriali; non solo; il CSP intrattiene anche rapporti costanti con “la cittadinanza attiva” pisana e collabora con l’ospitalità a strategie delle istituzioni pubbliche, delle associazioni e movimenti pisani impegnati nel mondo della solidarietà verso famiglie, donne, uomini  o verso studenti in particolare stato di disagio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>