Cos’è l’HOUSING SOCIALE?
L’HOUSING SOCIALE consiste nell’offerta di alloggi e servizi abitativi a prezzi contenuti destinati ai cittadini con reddito medio basso che non riescono a pagare un affitto o un mutuo sul mercato privato ma non possono accedere ad un alloggio popolare. L’housing sociale garantisce integrazione sociale e benessere abitativo.

Noi preferiamo parlare di HOUSING SOLIDALE.
LA NOSTRA ASSOCIAZIONE preferisce chiamare la sua offerta alla domanda di casa “housing solidale” perché la sua esperienza si radica in una scelta di cittadinanza-volontaria dove l’spitalità non è stata una scelta di mercato, ma una scelata di vita-solidale. Questa scelta oggi è stata possibile perché possiamo ri-utilizzare immobili che sono serviti a fare ospitalità prima a fasce marginali; oggi riorientando la nostra scelta di vita, vogliamo garantire un’offerta-di-casa-solidale per sostenere la ricerca di cittadinanza partecipando alla vita dell’altro in difficoltà socio-economica. La nostra offerta non risolve alla radice la domanda di casa di fasce svantaggiate, ma inserendosi offre una risposta ad una domanda che rimane inevasa. Quello che facciamo non è che un’offerta temporanea che risponde ad una emergenza.

Qual è stata la nostra OFFERTA fino ad oggi
Il CENTRO SOLIDARIETA’ di PISA disponeva di appartamenti di convivenza messi a disposizione per chi aveva difficoltà a reperire un alloggio in cui abitare: badanti in attesa di un nuovo lavoro, studenti in attesa dell’alloggio presso la casa dello studente, singoli cittadini in momentanea difficoltà abitativa. L’ospite concordava con l’Associazione la permanenza per un periodo che andava da un mese ad un anno a fronte di un rimborso spese mensile che include l’uso privato di una camera singola o di un posto letto in una doppia, l’uso degli spazi comuni (cucina bagni, lavanderia) e le utenze . L’associazione accompagnava l’ospite nella convivenza ed offriva orientamento rispetto ai bisogni emergenti durante l’accoglienza (ascolto, sostegno nella ricerca di lavoro o casa, informazione sanitaria, accompagnamento ai servizi territoriali, ecc..)

E ora?

Siamo in una fase di ri-progettazione: non abbiamo più immobili e con il ricavato della vendita dei nostri immobili ci prepariamo ad una nuova progettazione che preveda la pratica dell’housing socio-solidale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.