Le nostre comunità residenziali

In sintesi le strutture di proprietà o in comodato al Centro Solidarietà di Pisa sono state adibite a condividere la vita di persone adulte o giovani o minori in condizione di disagio socio-economico e relazionale. Le strutture adibite a queste esperienze hanno avuto gestori diversi, ma filosofie comuni di tipo organizzativo e relazionale.

COMUNITA’ RESIDENZIALE per MINORI immigrati non accompagnati (14- 18 anni), gestita dalla coop il Simbolo (2000 -2016) nella “Casa del Vento” in via del fagiano, 7 in loc. Montacchiello in Pisa

COMUNITA’ RESIDENZIALE PER GIOVANI E ADULTI tossicodipendenti , gestita dalla cooperativa il Cammino (2000-2015) nella “Casa del Doccio” in Bientina (Pisa).

COMUNITA’ per MINORI, nasce come “pronta accoglienza” nel 1984 gestita dai giovani della Parrocchia di S.Marta nella Casa ex Opera Card. Maffi  in Via Garibaldi,33 in Pisa. Si trasformerà in “comunità residenziale per minori” (10-18 anni) tutt’ora gestita dalla Cooperativa il Simbolo. 

CASA FAMIGLIA DEMETRA per madri con i loro bambini, in situazione disagio e/o di marginalità gestita dalla cooperativa il Simbolo. Prima nella casa di Colle di Calci (ex canonica parrocchiale), poi  nella Casa ex Opera Card. Maffi in Via Garibaldi,33  in Pisa.

HOUSING SOCIO-SOLIDALE per DONNE con svantaggi socio-economici, gestita dall’associazione Centro Solidarietà di Pisa (fino al maggio 2016) nella Casa ex Opera Card. Maffi  in Via Garibaldi,33 a Pisa.

HOUSING SOCIO-SOLIDALE per UOMINI con svantaggi socio-econmici, gestita dall’associazione Centro solidarietà di Pisa (fino al maggio 2016) nella Casa ex Opera Card. Maffi  in Via Garibaldi,33 a Pisa.

HOUSING SOCIO-SOLIDALE “Nausicaa” per FAMIGLIE con svantaggi socio-economici (alcuni ambienti loro riservati), gestita dall’associazione Centro solidarietà di Pisa (fino al maggio 2016) nella Casa ex Opera Card. Maffi  in Via Garibaldi,33 a Pisa.

Queste attività di accoglienza dopo un’esperienza decennale (le prime esperienze risalgono agli anni 80) si sono strutturate e specializzate per rispondere alle crescenti e differenti richieste di accoglienza del territorio. In questo scenario il Centro di Solidarietà si è dedicato dal 2000 a fare housing sociale, condividendo la gestione con la cooperativa sociale il Melograno. Il Centro solidarietà di Pisa ha intrattenuto rapporti con i Servizi sociali territoriali e in alcuni casi anche extra territoriali; non solo; il CSP ha avuto nel tempo costanti relazioni operative con “la cittadinanza attiva” pisana e ha collaborato con l’ospitalità a strategie delle istituzioni pubbliche, delle associazioni e movimenti pisani impegnati nel mondo della solidarietà verso famiglie e in particolare verso le donne ( lunga collaborazione con la CASA della Donna di Pisa) o verso studenti universitari in particolare stato di disagio economico collaborando con Diritto allo Studio dell’Università di Pisa e con l’associazione ONLUS Sante Malatesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.